The Telegraph: 10 Paesi dell’Ue hanno venduto armi alla Russia per 350 milioni di euro aggirando l’embargo

Almeno 10 Stati membri dell’UE hanno esportato quasi 350 milioni di euro di equipaggiamento militare nella Federazione Russa in violazione delle sanzioni in vigore negli ultimi anni. Ne scrive il Telegraph , citando i dati dell’Unione Europea.

Circa il 78% del volume totale delle consegne ricade su aziende tedesche e francesi. Hanno fornito alla Russia equipaggiamento militare e munizioni per un valore di 273 milioni di euro. Questa tecnica è attualmente probabilmente utilizzata nella guerra in Ucraina.

Il divieto di fornitura di armi alla Russia è stato introdotto dopo l’annessione della Crimea nel 2014. Tuttavia, le società tedesche hanno approfittato di una scappatoia nell’embargo dell’UE vendendo 121 milioni di euro di attrezzature a duplice uso a Mosca, inclusi fucili e veicoli blindati, secondo i dati dell’UE. La Francia è stata inoltre ritenuta responsabile della spedizione di merci per un valore di oltre 152 milioni di euro in Russia con 76 licenze di esportazione.

Parigi ha consentito agli esportatori di adempiere ai contratti stipulati prima del 2014. Insieme a bombe, missili e siluri, le aziende francesi hanno inviato termocamere per oltre 1.000 carri armati russi, nonché sistemi di navigazione per aerei da combattimento ed elicotteri d’attacco.

L’Italia ha inviato armi per un valore di 22,5 milioni di euro a Mosca dopo l’embargo dell’UE, mentre il Regno Unito ha inviato 2,4 milioni di euro. Austria, Bulgaria e Repubblica Ceca hanno esportato in Russia armi per un valore di 49,3 milioni di euro tra il 2015 e il 2022.

Secondo la Commissione europea, i paesi dell’UE hanno venduto armi e munizioni alla Russia nel 2021 per 39 milioni di euro.

A Berlino, insistono sul fatto di aver inviato armi in Russia solo dopo aver ricevuto garanzie dal Cremlino che erano destinate all’uso nella sfera civile e non militare.

Dopo l’invasione dell’esercito russo in Ucraina, l’UE ha imposto ulteriori restrizioni all’esportazione di beni a duplice uso a Mosca. La scappatoia che ha consentito di aggirare l’embargo è stata chiusa l’8 aprile dopo l’introduzione del quinto round di sanzioni. Polonia e Lituania hanno insistito per chiudere questa scappatoia.

Questa settimana, il cancelliere tedesco Olaf Scholz è stato criticato dal pubblico per essersi rifiutato di fornire all’Ucraina armi pesanti per combattere l’aggressore. E il presidente francese Emmanuel Macron è stato accusato di perseguire una politica di “appeasement” dell’aggressore per i suoi colloqui telefonici con Putin.

Anche Francia e Germania si sono opposte all’introduzione del divieto di acquisto di gas russo nell’Unione Europea. Anche adesso l’UE continua ad acquistare quotidianamente risorse energetiche russe per un valore di 1 miliardo di euro.

Tobias Ellwood, presidente del Comitato di difesa della Camera dei Comuni, ha affermato che al vertice della NATO di giugno a Madrid, tutti i membri del blocco devono confermare il loro rifiuto di fornire armi alla Federazione Russa. “Se siamo d’accordo sul fatto che la Russia ora rappresenta una minaccia esistenziale per la sicurezza europea, allora nessun paese europeo ha una scusa per continuare a fornire armi alla Russia”, ha sottolineato.

L’ex First Sea Lord (capo della Marina britannica), l’ammiraglio Alan West, è d’accordo con il parlamentare britannico. “Utilizzare scappatoie per evitare l’embargo sulle armi dell’UE contro la Federazione Russa dopo l’invasione della Crimea è in realtà un crimine e una strabiliante stupidità”, ha affermato.

“Mentre l’Ucraina chiede armi per difendersi dall’invasione di Putin, Germania e Francia tacciono. Sono felici di poter vendere segretamente i loro prodotti a Mosca”, afferma l’eurodeputato rumeno Cristian Terges.

https://theins.ru/news/250588

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: