No peace without justice

Voglio parlarvi di tre donne coraggiose ed altruiste, giornaliste e attiviste per i diritti umani, due delle quali sono state brutalmente assassinate nella Russia di Putin.La prima è la nota Anna Politkovskaja, uccisa a colpi di arma da fuoco il 7 ottobre 2006 nell’ascensore di casa sua con quattro colpi di arma da fuoco, compresoContinua a leggere “No peace without justice”

Un altro Oscar a Sean Penn

Credo che dobbiamo una riconoscenza immensa nei confronti di questo attore, Sean Penn, che nonostante la guerra, il blocco quasi totale di energia elettrica ed acqua, con il suo stesso e vulnerabile corpo si è recato per la terza volta a Kiev. Questa volta ha donato il suo ultimo Oscar a Zelensky. Una foto, cheContinua a leggere “Un altro Oscar a Sean Penn”

L’arte salverà il mondo

Lui è un artista Ucraino…. Ed ha messo in musica le parole scritte su di un foglio, trovato in una delle zone di guerra, chiaramente scritte con la scrittura di un bambino.Non si sa chi sia quel bambino, e nemmeno che destino abbia avuto, ma lui le ha messe in musica.Vi metto qui la tradizioneContinua a leggere “L’arte salverà il mondo”

Sit in sotto alla sede dell’ambasciata russa in Italia il 13 ottobre 22

Questa sera a Roma si è svolto, sotto la sede dell’ambasciata russa in Italia, il sit in del Mean (movimento europeo di azione non violenta) per chiedere alla Russia il cessate il fuoco immediato, il ritiro dai territori ucraini (tutti i territori ucraini, compresa la Crimea), affinché si possa addivenire ad una pace giusta.Fatima haContinua a leggere “Sit in sotto alla sede dell’ambasciata russa in Italia il 13 ottobre 22”

Cucù, il ponte di Crimea non c’è più!

La notizia è in anteprima:È stato colpito e danneggiato il ponte che congiunge la Crimea alla Russia, di fatto, interrompendo i collegamenti via terra tra Russia e Crimea.Questo dimostra che l’avanzata Ucraina è senza precedenti.Putin si incazzerà da morire.E, soprattutto, che gli ucraini sono senza paura.Slava Ucraini!

standWithUkraine

Canzoni ucraine a Minsk, Belarus. Una ragazza ha cantato le canzoni del gruppo ucraino Okean El’zy in via Zybitskaya,in un bar nel centro della capitale bielorussa. Oggi sono partiti gli arresti. Non si riesce a mettersi in contatto né con lei, né col proprietario del bar dove si è esibita. Tecnicamente si chiama dittatura!

Metti un pomeriggio, così, d’improvviso

E poi, così, all’improvviso, ti mandano questo :“I miei complimenti: con poche semplici parole hai descritto una natura umana malvagia, falsa che, per apparire, finge di essere dispiaciuta per l’Ucraina, mentre in realtà gode per ogni morte, per ogni bombardamento … E quanti ce ne sono così, di questi “patrioti” falsi, che sanno mascherarsi bene”.