Alla scoperta di Sturno, sulla Valle dell’Ufita.

Quante sorprese può riservare una terra che potrebbe sembrare, al primo sguardo, come secondaria. Ma secondaria rispetto a chi poi? Come se esistesse un’Italia maggiore ed un’Italia Minore. La nostra terra non è figlia di nessun Dio minore. E’ una terra ancora selvaggia, di natura e di esseri umani, fiera di entrare nel terzo millennio con la forza della natura che la contraddistingue.

Intanto nei miei giri sono arrivato a Sturno. Buona visione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: