Che sta succedendo in Ucraina?

Poiché molte persone, non riuscendo a capire quanto sta accadendo in Ucraina, hanno chiesto il mio parere e soprattutto un’analisi della situazione, ho ritenuto opportuno di scriverlo pubblicamente, in modo che chi volesse avere almeno un’infarinatura potesse averla. Per capire la situazione attuale bisogna fare un passo indietro quando nell’art.10 del trattato del 1949, che istituiva la NATO, si stabiliva che l’organizzazione sarebbe stata aperta ad accogliere nuovi membri. Infatti la NATO nasceva come organizzazione formata da 12 stati, cui si aggiunsero nel tempo la Turchia, la Grecia, poi la Germania e la Spagna. Il patto non scritto che fu fatto all’epoca, cioè nel 1949, era quello di non allargare ad est l’organizzazione, in modo da creare dei territori cuscinetto tra gli stati occidentali e quella che allora era l’Unione Sovietica. Le carte in tavola sono cambiate radicalmente quando nel 1994 la NATO, approfittando anche di una Russia debole dopo il crollo dell’Unione Sovietica, decise di allargarsi ad est, permettendo l’ingresso di una serie di stati che fino alla caduta del muro di Berlino, e quindi fino alla dissoluzione dell’Unione Sovietica, erano stati suoi satelliti, contravvenendo, di fatto, agli accordi non scritti del 1949. Questo significa che la Russia è sicuramente da condannare , perchè è anacronistico riportare la guerra nel cuore dell’Europa nel 2022, ma anche l’atteggiamento che ha avuto l’America non è stato corretto. Tra l’altro la Russia ha più volte avvisato gli stati della NATO di fermare l’allargamento ad Est dell’organizzazione, per evitare che fosse minacciato direttamente il suo assetto territoriale. Nonostante ciò la NATO è andata avanti, permettendo, di pari passo, alla Russia di armarsi fino ai denti. Questo è l’antefatto storico. Il fatto attuale lo leggiamo dai giornali. Certo nessuno si aspettava che ci fosse un attacco di queste dimensioni nel cuore dell’Europa. L’Ucraina si ritrova, ora, come una donna corteggiata e poi abbandonata sull’altare e l’Europa non sa che pesci prendere perché in qualunque direzione si muoverà, sbaglierà. La Russia va condannata senza se e senza ma, e tra l’altro già il solo fatto del rapporto di idolatria che hanno salvini e meloni nei confronti di Putin, fa capire di che tipo di persone stiamo parlando. Spero che le diplomazie abbiano ancora spazio per trattare e che la situazione rientri completamente, perchè mentre i potenti giocano alla guerra, la povera gente muore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: